Versamento delle ritenute d'acconto: le novità del 2017

Sono numerose e diverse le interpretazioni del comma 36 articolo 1, della Legge di Bilancio 2017. Promosso come emendamento (poi approvato) dalla senatrice Laura Puppato, il comma nasce con l’obiettivo di semplificare gli adempimenti cui gli amministratori di condominio sono chiamati in veste di sostituti d’imposta. L’interpretazione autentica arriva dalla senatrice nel corso di un incontro con un’associazione di categoria. Dunque, la ritenuta d’acconto del 4% sui corrispettivi per prestazioni relative a contratti d’appalto di opere o servizi deve essere versata il mese successivo al pagamento solo se l’importo dovuto supera la soglia minima dei 500 euro. Restano invece due scadenza fisse – 30 giugno e 20 dicembre – entro le quali la ritenuta deve comunque essere versata, indipendentemente dal suo importo. In vista possibili ulteriori semplificazioni: tenete d’occhio il decreto Milleproroghe, attualmente all’esame del Senato. 

                                                                                                                                                                  UFFICIO STAMPA ANAPI