Bonus&co, ecco la campagna informativa del Mef

Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Quella finestra è da cambiare, il bagno da rifare e il terrazzo potrebbe tornare a risplendere grazie a nuove piante. Ma come fare a districarsi tra detrazioni, iva agevolata e pratiche fiscali? Ci pensa #casaconviene la campagna d’informazione su bonus e fondi pubblici per la casa avviata nel 2016 dal Ministero dell’Economia e delle finanze per promuovere la massima diffusione delle informazioni previste dalla legge. L’iniziativa rinnovata in questi giorni, per il terzo anno consecutivo, ha l’obiettivo di informare i cittadini proprietari di immobili ad uso abitativo, i locatari ma anche le imprese, su quelli che sono i vantaggi derivanti dalle agevolazioni fiscali per gli interventi edilizi e sulle misure a favore di lavoratori con difficoltà nell’accesso al credito grazie ai numerosi fondi di garanzia. Tutte le novità sono riassunte sia in una guida cartacea che gli aderenti alla campagna stamperanno e distribuiranno, sia online su casa.governo.it, sul sito del Mef, sia sui social network con l’hahstag #casaconviene.

Quest’anno la Legge di Bilancio 2018 contiene una manovra netta pari a circa 22,5 miliardi, finalizzata a proseguire il percorso avviato di crescita economica e di finanza pubblica sostenibile. Per quanto riguarda il modo particolare l’universo ‘casa’ c’è la detrazione Irpef per la sistemazione a verde di aree scoperte private e di parti comuni esterne di edifici condominiali, ormai famoso come “Bonus verde”, e la detrazione per chi esegue congiuntamente interventi di riqualificazione energetica e di prevenzione antisismica. Per ognuna di queste agevolazioni fiscali, il Mef, nella guida #Casaconviene, riepiloga le informazioni base su che cosa sono, a quanto ammontano, a chi si rivolgono e sui requisiti necessari per la domanda di ottenimento. Tra le novità della guida di quest’anno c’è un’infografica con le principali scadenze e alcuni video suddivisi per argomento.

Sempre nella guida del Mef ampio spazio è dato alle detrazioni per la casa anche con i cosiddetti Ecobonus e Sismabonus, previsti rispettivamente per riqualificazione energetica e messa in sicurezza. A partire da quest’anno poi alcune di queste detrazioni sono fruibili anche dagli Istituti autonomi case popolari e dalle cooperative a proprietà indivisa.

Da un punto di vista fiscale continua ad essere possibile la cessione del credito dell’Ecobonus e del Sisma bonus alle imprese esecutrici o ad altri soggetti privati. E se chi ha intenzione di acquistare non ha il denaro necessario o le garanzie richieste? Anche in questo caso grazie ai fondi pubblici è più facile ottenere un mutuo o sospendere il pagamento delle rate nel caso di una temporanea difficoltà economica accedendo al Fondo di garanzia per l’acquisto e la ristrutturazione della prima casa, qui è possibile richiedere mutui ipotecari fino a 250 mila euro usufruendo delle garanzie statali per metà dell’importo. Esistono infatti il Fondo Mef di Solidarietà per i mutui prima casa e l’Accordo Abi, Associazione banche italiane con le associazioni dei consumatori per la sospensione dei mutui ipotecari. Il Ministero ricorda anche che grazie al Fondo di Solidarietà dal 2015, anno di partenza, sino al 31 marzo di quest’anno, sono state giudicate ammissibili 58.501 richieste con un importo di garanzie rilasciate pari a 3,3 miliardi di euro, mentre i mutui ipotecari effettivamente accesi sono stati 40.432 per un valore pari a 4,5 miliardi di euro.

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.

Potrebbe piacerti anche