Firmato protocollo d’intesa per migliorare la qualità della vita in città

Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

È stato firmato il protocollo d’intesa tra Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, La Conferenza delle Regioni e Province autonome e l’Associazione  Nazionale  dei  Comuni  Italiani  –  ANCI, per migliorare la qualità dell’aria, incoraggiare il passaggio a modalità di trasporto pubblico a basse emissioni, disincentivare l’utilizzo del mezzo privato, abbattere le emissioni, favorire misure intese a aumentare l’efficienza energetica.

Al comma 1 dell”art. 1 – Finalità e oggetto – si stipula che:

Il Protocollo d’Intesa disciplina la collaborazione tra le parti al fine di definire e attuare misure omogenee su scala di bacino per il miglioramento e la tutela della qualità dell’aria e la riduzione delle emissioni di gas climalteranti, con interventi prioritari nelle città metropolitane, utilizzando in modo coordinato gli strumenti normativi e finanziari previsti dall’ordinamento nonché promuovendo il coordinamento delle reti di monitoraggio della qualità dell’aria da parte del sistema delle agenzie regionali di protezione ambientale e di ISPRA, le azioni di informazione e divulgazione mirate alla corretta comunicazione dei rischi ambientali e sanitari ai cittadini.

Si promuove, invece, nel comma 2 punto b:

il controllo e la riduzione delle emissioni degli impianti di riscaldamento delle grandi utenze, incrementando l’efficienza energetica ed agevolando il passaggio a combustibili meno inquinanti

nel comma 2 punto o:

le misure agevolative finalizzate alla realizzazione di interventi di efficientamento energetico relativi agli impianti sportivi pubblici, nonché a favore di altri edifici pubblici.

nel comma 2 punto p:

le misure volte alla metanizzazione degli impianti termici in uso presso la pubblica amministrazione, all’atto della sostituzione degli stessi per vetustà/guasti.

Al comma 3, invece, tra le misure d’urgenza omogenee e temporanee ai fini degli art. 9 ed 11 del D. Lgs 13 Agosto 2010 n. 155 vengono di comune accordo identificati accorgimenti tra cui:

la riduzione delle temperature massime di 2 gradi di riscaldamento negli edifici pubblici e privati.

Non perderti tutte le novità relative al mondo condominiale:
iscriviti alla nostra newsletter!

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.

Potrebbe piacerti anche