fbpx

Legge di Bilancio 2022 approvata dal Consiglio dei Ministri: tutte le novità su Superbonus e altri bonus edilizi

Confermata dal Consiglio dei Ministri la legge di Bilancio 2022, la quale prospetta importanti novità sulle varie agevolazioni fiscali legate all’edilizia.

Il disegno di legge del Bilancio 2022, approvato ieri, 28 ottobre, dal Consiglio dei Ministri, ha introdotto una serie di novità riguardo le detrazioni fiscali destinate all’edilizia e ai lavori in casa.

Per quanto concerne la maxi agevolazione Superbonus 110%, è stata confermata la proroga fino al 2025, ma con un calendario specifico caratterizzato da aliquote decrescenti.

Nello specifico, il Superbonus destinato agli interventi realizzati nei condomini, negli IACP e negli edifici da 2 a 4 unità immobiliari posseduti da un solo proprietario conferma la detrazione del 110% per le spese sostenute fino al 31 dicembre 2023. L’aliquota scenderà successivamente al 70% nel 2024 e al 65% nel 2025.

Inoltre, stando al disegno di legge approvato ieri, per gli interventi realizzati su villette e singole unità immobiliari, è prevista una proroga fino al 31 dicembre 2022, ma solo per tutti i soggetti privati che hanno presentato la CILA o richiesto il titolo abitativo per la demolizione e la ricostruzione entro il 30 settembre 2021. Coloro che hanno presentato le pratiche dopo questa data, potranno accedere al Superbonus 110% solo se realizzano interventi su abitazioni principali (prima casa) e solo se possiedono un ISEE fino a 25.000 euro.

Per la realizzazione degli impianti fotovoltaici e i pannelli solari nell’ambito del Superbonus, si legge una proroga fino al 30 giugno 2022 con un limite di spesa fissato a 48.000 euro.

In parallelo alla proroga del Superbonus, vengono prorogati anche i termini per fruire dello sconto in fattura o della cessione del credito, opzioni che però, per le spese sostenute dopo il 31 dicembre 2021, restano limitate solo al Superbonus.

Per quanto concerne un’altra agevolazione importante, ovvero il bonus facciate, è stata confermata la proroga fino al 31 dicembre 2022, ma con una detrazione che passa dal 90% al 60%.

Per le altre agevolazioni legate all’edilizia, ovvero ecobonus, bonus ristrutturazioni, bonus mobili e bonus verde, in scadenza il 31 dicembre 2021, è stata stabilita una proroga triennale, quindi fino al 31 dicembre 2024; anche a tal proposito, però, sono state introdotte alcune novità.

Il bonus mobili, per l’acquisto di arredi ed elettrodomestici a grandi prestazioni e destinato agli immobili in fase di ristrutturazione, è stato modificato per ciò che riguarda il tetto di spesa su cui calcolare la detrazione, che scende da 16.000 euro a 5.000 euro.

Il bonus ristrutturazioni resterà fruibile fino al 2024 con una detrazione del 50% e un tetto massimo di spesa di 96.000 euro, l’ecobonus viene prorogato fino al 2024 con una detrazione che resta al 65%, e, infine, il bonus verde viene prorogato fino al 2024 senza alcuna novità.

Importante è sottolineare che il disegno di legge di Bilancio 2022 approvato ieri dal Consiglio dei Ministri, dovrà passare alla Camera dei Deputati e al Senato per l’approvazione definitiva, per la quale c’è tempo fino al 31 dicembre 2021, pertanto, non è ancora detto che non vi saranno ulteriori modifiche.

Deborah Maria Foti
Ufficio Stampa ANAPI

Vorresti rimanere sempre aggiornato/a su tutte le novità in materia condominiale?
Iscriviti alla nostra Newsletter settimanale!

Potrebbe piacerti anche