Comunicati stampa | Comunicazioni

mer

15

nov

2017

Anapi all’Open Day “La risorsa idrica in condominio”, in collaborazione con AQP

Dall’ascolto reciproco e dalla sinergia tra le diverse realtà che operano sul territorio nascono le idee positive. Così l’Acquedotto Pugliese ha accolto le istanze della nostra associazione e ha dato vita al primo Open Day dedicato agli amministratori di condominio dal titolo “La risorsa idrica in condominio” che si terrà martedì 28 novembre, dalle ore 9 alle 13, nella Sala Conferenze del Palazzo di via Cognetti, 36 a Bari.

Focus dell’incontro: la guida alla lettura della fattura e alle nuove articolazioni tariffarie previste dall’Autorità; l’emergenza idrica; le proposte contrattuali a tutela del singolo condominio e le politiche di gestione del credito.

Per iscriversi è necessario inviare una mail a: eventi@anapi.it inserendo in oggetto “Evento AQP, 28 novembre Bari” e nel corpo della mail il proprio nome e cognome ENTRO E NON OLTRE IL 20 NOVEMBRE.

Di seguito il programma dettagliato: 

leggi di più

lun

13

nov

2017

Amministratore revocato prima della scadenza

Revoca dell’amministratore di condominio: è l’argomento scelto per l’appuntamento di questa settimana della nostra rubrica “Anapi risponde”. Cosa dice in merito la giurisprudenza? Di seguito la risposta dell’esperto. 

Può un amministratore essere revocato anche se non ha commesso nessuna infrazione, ma semplicemente perché i condòmini vogliono cambiarlo? In tal caso, l’amministratore può chiedere i danni per essere stato revocato prima della normale scadenza in sede di assemblea ordinaria?

La risposta dell’esperto nel Servizio consulenza Anapi. Buona Lettura!

ven

10

nov

2017

Liberi dall’amianto: l’iniziativa di Legambiente Sicilia

È nota, nella regione Sicilia, la larga diffusione dei manufatti in cemento amianto (MCA), in particolare serbatoi idrici e tettoie, utilizzati dai cittadini per i loro bassi costi e per le loro alte capacità di resistenza anche agli agenti atmosferici. Si stima che in Sicilia il 70% dei siti contenenti cemento amianto sia rappresentato degli edifici residenziali. Inoltre è la prima regione meridionale per numero di morti per malattie correlate all’esposizione all’amianto. Tuttavia a causa della latenza che caratterizza queste malattie, si stima che il picco dei casi si raggiungerà nel 2018 circa. Intanto la sottovalutazione dei rischi per la salute, la scarsa conoscenza della normativa sullo smaltimento di rifiuti speciali e gli elevati costi di smaltimento degli MCA, costituiscono la principale causa che conduce a comportamenti deprecabili da parte di alcuni cittadini sia per la propria salute che per l’ambiente e il territorio. Nell’ incontro di domenica 12 novembre alle 17 presso la Fiera del Mediterraneo si intende, grazie alla partecipazione di esperti e istituzioni, mettere a fuoco questi temi e individuare gli strumenti più efficaci per uscire dall’emergenza.

Per partecipare all’iniziativa, inviare una email a: segreteria@legambientesicilia.it

ven

10

nov

2017

Riqualificazione energetica dei condomini. L’accordo tra Legambiente e Fassa Bortolo.

Sono oltre venti milioni gli italiani che vivono in edifici condominiali che per mancanza di manutenzione o per scarsa qualità nella progettazione, si presentano come strutture insicure, non perfettamente coibentate, con sistemi di riscaldamento e raffrescamento obsoleti, dove i residenti pagano bollette che possono arrivare fino a due mila euro l’anno per il solo riscaldamento. Edifici colabrodo da un punto di vista energetico che, per ottenere un’adeguata climatizzazione, contribuiscono enormemente all’inquinamento delle città.I numeri sono impressionanti: in Italia sono oltre un milione e duecentomila gli edifici condominiali e l’82% è stato costruito prima dell’entrata in vigore della normativa in materia di efficienza energetica. Strutture che hanno bisogno di interventi: gli edifici residenziali in mediocre o pessimo stato di conservazione in Italia, infatti, sono pari al 16,8% del totale. I dati sono rilevanti anche guardando alle singole regioni: in Veneto e Lombardia i condomini sono rispettivamente 94mila e 221mila, di cui in stato di conservazione mediocre o pessimo sono rispettivamente il 12,6 e il 12,8% degli edifici.Sulla base di questi dati, Legambiente e Fassa Bortolo hanno presentato qualche giorno fa, in provincia di Treviso, un accordo che vede le due realtà collaborare con l’obiettivo di contribuire fattivamente alla più importante e lungimirante opera di intervento di edilizia in Italia. Alla conferenza stampa di presentazione, aperta dal Presidente di Fassa S.r.l. Paolo Fassa, dal Presidente della Commissione Ambiente della Camera On. Ermete Realacci e dal Vicepresidente di Legambiente Edoardo Zanchini, hanno partecipato anche il Sindaco di Treviso Giovanni Manildo, il Presidente di ANCE Veneto Giovanni Salmistrari e la Presidente di Unindustria Treviso Maria Cristina Piovesana.

leggi di più

gio

09

nov

2017

Indici di affidabilità fiscale, le prime bozze dalle Entrate per il 2017

Pubblicati sul sito dell’Agenzia delle Entrate i modelli per la dichiarazione delle informazioni fiscali e contabili per l’elaborazione degli indici 2017, che di fatto sostituiranno gli studi di settore, come previsto dal DL 50/2017 convertito nella legge 96/2017, meglio nota come “manovrina 2017”. Con l’istituzione degli Indici sintetici di affidabilità – già individuati e resi noti lo scorso settembre - l’Agenzia delle Entrate vuole favorire l'assolvimento degli obblighi tributari e incentivare l’emersione spontanea di redditi imponibili. L’istituzione degli indici per gli esercenti di attività di impresa, arti o professioni, rappresenta un’ulteriore iniziativa che mira, utilizzando anche efficaci forme di assistenza (avvisi e comunicazioni in prossimità di scadenze fiscali) ad aumentare la collaborazione fra contribuenti e Amministrazione finanziaria.

Nel dettaglio, gli indici sono indicatori che, misurando attraverso un metodo statistico- economico, dati e informazioni relativi a più periodi d'imposta, forniscono una sintesi di valori tramite la quale sarà possibile verificare la normalità e la coerenza della gestione professionale o aziendale dei contribuenti. Il riscontro trasparente della correttezza dei comportamenti fiscali consentirà di individuare i contribuenti che, risultando “affidabili”, avranno accesso a significativi benefici premiali.

leggi di più