fbpx

Cumulabilità del Super Sismabonus 110% e contributi pubblici per la ricostruzione

L’Agenzia delle Entrate ha chiarito che è possibile usufruire del Superbonus 110% anche per gli edifici in cui la ricostruzione è stata finanziata precedentemente attraverso contributi pubblici.

La risoluzione n. 28/E del 2021 pubblicata dall’Agenzia delle Entrate e rubricata “Cumulabilità tra contributi pubblici per la riparazione o ricostruzione per i danni occorsi in seguito ad eventi sismici e la detrazione di cui all’articolo 119 del decreto legge 19 maggio 2020, n. 34 (decreto Rilancio)” affronta la tematica relativa alla possibilità di cumulare i contributi pubblici per la ricostruzione o riparazione degli edifici danneggiati in seguito ad eventi sismici con l’agevolazione Super Sismabonus 110%.

L’Agenzia delle Entrate, in merito a questa cumulabilità, ha ripreso quanto già chiarito nella risposta n. 61 del 2019, confermando che il diritto alla detrazione, in quel caso si fa riferimento al Sismabonus, non viene meno anche nell’ipotesi di aver ricevuto contributi pubblici destinati alla riparazione o ricostruzione degli edifici danneggiati.

Inoltre, nella suddetta risposta, veniva chiarito che il contributo pubblico è riconosciuto per il finanziamento di interventi indispensabili per ripristinare l’edificio danneggiato, mentre il Sismabonus è connesso alla realizzazione di interventi utili al consolidamento o alla riduzione del rischio sismico dell’edificio.

In riferimento al Superbonus, l’Agenzia delle Entrate ha dichiarato che è possibile fruire della detrazione per le spese eccedenti il contributo previsto per la ricostruzione.

Inoltre, nella predetta risoluzione si legge anche che:

Il Superbonus spetta per le spese sostenute per tutti gli interventi edilizi, ammessi alla predetta detrazione, di riparazione o di ricostruzione in sito disciplinati dalle ordinanze commissariali, nonché per gli interventi di ricostruzione degli edifici danneggiati per i quali si sia resa obbligatoria la ricostruzione in altro sito.

Infine:

è possibile redigere un progetto unitario dell’intervento e un unico computo metrico estimativo per le nuove domande presentate per accedere al predetto Superbonus, nonché ai contributi per la ricostruzione post sisma.

Vorresti rimanere aggiornato/a su tutte le novità in materia condominiale?
Iscriviti alla nostra Newsletter settimanale!

Potrebbe piacerti anche