fbpx

Obblighi dell’amministratore in caso di cessazione di un condominio

Come ogni settimana diamo spazio alle domande dei nostri Associati ANAPI e questa settimana il quesito riguarda gli adempimenti dell’amministratore in caso di cessazione di un condominio.

L'ASSOCIATO CHIEDE

Gentile Associazione,

con la presente sono a richiedervi un parere relativo alla cessazione di un Condominio di 6 unità immobiliari effettuata in data 25.06.2023 con deliberata all’unanimità presso l’Agenzia delle Entrate competente per territorio. Per motivi legati all’effettuazione delle volture dei servizi relativi alle parti comuni e chiusura dei contratti in essere dal condominio il C/C condominiale è stato chiuso il 13.11.2023.

Ad oggi dovrei effettuare la chiusura della Gestione che parte dal 01.01.2023 al 13.07.2023 e la chiusura economica alla data della chiusura del C/C.

Come tale posso indire un’assemblea in qualità di mandatario a fronte del fatto che il Condominio è Chiuso all’Agenzia delle Entrate al 25.06.2023 oppure conoscere in quali modalità possa far approvare il Consuntivo e concludere ogni mia attività con il condominio stesso?”

L'ESPERTO RISPONDE

Preg.mo associato,

nel caso in oggetto, con riferimento alla prima questione, l’assemblea ha proceduto, attraverso una delibera assembleare, alla chiusura del codice fiscale dell’assemblea in data 30/06/2023, privando l’amministratore di poter esercitare gli obblighi previsti in materia di attribuzione dell’amministratore del condominio, ovvero quelli finalizzati ad “eseguire gli adempimenti fiscali”. (Art. 1130 c.c.)

Successivamente, con riferimento alle volture contrattuali, si è proceduto alla chiusura del conto corrente, premesso che l’amministratore è obbligato a far transitare le somme ricevute a qualunque titolo dai condomini o da terzi, nonché quelle erogate, a qualsiasi titolo per conto del condominio, su uno specifico conto corrente (postale o bancario) intestato al condominio. (Art. 1129 c.c.)

Orbene, in considerazione delle questioni sottese, l’eliminazione del codice di attribuzione fiscale del condominio non comporta e non limita obblighi, ovvero applicazioni normative in materia di diritto privato con riferimento al mandato condominiale finalizzato alla nomina dell’amministratore interno del condominio ex. art. 71 bis delle disp. att. c.c. ed a tutti gli adempimenti in materia di rendicontazione condominiale e di passaggio di consegne di tutta la documentazione dall’amministratore uscente ad un condomino dello stabile qualora nominato amministratore dall’assemblea.

Si evidenzia che il mandato ha durata annuale, dunque, come tale, la contabilità segue, nel caso di specie, un ambito temporale in linea con la chiusura dell’anno 2023.

Centro Studi ANAPI
Dott. Roberto Bonasia

Vorresti rimanere sempre aggiornato/a su tutte le novità in materia condominiale?
Iscriviti alla nostra Newsletter settimanale!

Newsletter

La materia condominiale è sempre stata la tua passione?

Fai della tua passione il tuo lavoro diventando Amministratore di Condominio con il nostro Corso Online abilitante alla professione!
Potrebbe piacerti anche