Anapi risponde”, la nuova rubrica dell’associazione

Al via oggi, 3 luglio, la nuova rubrica Anapi risponde”, pensata per i nostri associati e non solo. In seguito alle numerose richieste di informazioni, consigli o più semplicemente osservazioni da parte degli utenti, abbiamo pensato di dar vita a uno spazio di condivisione dove alle domande attinenti l’universo condominiale seguono le risposte concrete dei nostri esperti.

L’appuntamento è ogni lunedì con il “quesito della settimana”. Ricordiamo inoltre che tutti i lunedì e giovedì dalle ore 9,00 alle 12,00 è disponibile presso la sede centrale Anapi,

il Dott. Roberto Bonasia per consulenze gratuite. È possibile inoltre chiedere una consulenza scrivendo a consulenza@anapi.it, chiamando il numero verde 800.155.032 o contattandoci attraverso i canali social, facebook e twitter. Gli utenti chiamano, Anapi risponde: questo il senso della nostra rubrica, nella pagina servizio consulenza Anapi del nostro sito.

Di seguito il quesito della settimana: 

 

Un costruttore vorrebbe darmi l'incarico di amministratore di una palazzina di 8 unità abitative delle quali 5 sono già state promesse in vendita e verranno acquistate a luglio. Il costruttore vorrebbe già avviare da subito il condominio per allacciare le utenze condominiali e il relativo impianto fotovoltaico destinato alle luci delle parti comuni. È possibile la nomina? Qual è la procedura corretta da seguire? 

 

Se i potenziali condomini non sono ancora proprietari la nomina deve avvenire da parte del costruttore attraverso il contratto di mandato. Qualora il costruttore abbia venduto almeno la prima unità abitativa, da quel momento si costituisce giuridicamente il condominio. Per cui deve essere convocata l'assemblea ordinaria  con un ordine del giorno ben preciso, ossia nomina dell'amministratore di condominio, con le maggioranze indicate dall'art 1136 c.c. Successivamente deve presentarsi presso l’Agenzia delle Entrate competente per territorio per chiedere l'attribuzione del codice fiscale del condominio.

Tra i documenti da presentare è richiesta la copia del verbale di assemblea dove risulta la sua nomina, copia del suo codice fiscale e della sua carta d'identità.