Amministratori di condominio, il sondaggio sulla professione presentato al Sole 24 Ore

Lavoro sottopagato, impegnativo e poco considerato dal punto di vista sociale. Sono gli esiti del sondaggio sulla professione dell'amministratore di condominio presentati ieri, 24 ottobre, in occasione del convegno “Amministratori, sicurezza dell’edificio e professione”, che si è tenuto presso il Sole 24 Ore, a Milano. Il sondaggio, elaborato in collaborazione con il Sole 24 Ore, è stato commentato da Francesco Schena, l’avv. Paola Pontanari i rappresentanti delle associazioni di categoria: Anapi (Vittorio Fusco), Confabitare-Confamministrare (Franco Pani), Coram-Confedilizia (Vincenzo Nasini), Fna-Federeamministratori (Silvio Rezzonico), Gesticond (Massimo Bargiacchi) e Unai (Rosario Calabrese). Il questionario, inviato a un campione di 1.164 professionisti, rileva che almeno metà degli amministratori è sotto la soglia di un guadagno decoroso, anche perché amministra pochi stabili (mediamente meno di 500 unità immobiliari in meno di 20 condomini). La percezione del disvalore sociale della professione e i compensi troppo bassi sono tra le maggiori cause di delusione. Ma emerge anche una incapacità di fare scelte sinergiche: i ¾ degli amministratori lavorano in uno studio individuale e il 60% non ha dipendenti. La forma giuridica prescelta è quindi quella del lavoro autonomo. Dal sondaggio è emerso anche che chi opera in un regime fiscale di vantaggio (circa il 35%) è in posizione favorevole. 

 

Sul fronte della formazione è stato rilevato che più dell’80% è iscritto ad associazioni di categoria e su una scala da 1 a 5 il vantaggio più apprezzato derivante da tale appartenenza è quello di poter usufruire di una consulenza periodica.

«La formazione dei nostri associati è quello che più ci sta a cuore. In assenza di un albo professionale degli amministratori di condominio, cerchiamo di fornire strumenti per l’aggiornamento professionale sempre all’avanguardia. In quest’ottica si inserisce anche la nostra rubrica settimanale “Anapi risponde” pensata dai nostri esperti e divulgata attraverso i canali social per raggiungere un target di utenti più ampio», ha affermato il presidente Anapi, Vittorio Fusco. I risultati completi del sondaggio saranno disponibili dal 31 ottobre sul sito www.quotidianocondominio.ilsole24ore.com.