fbpx

Feste di capodanno in condominio: regole e buone norme di comportamento

La notte del 31 dicembre è alle porte e come ogni anno ci si appresta ad organizzare cene e festeggiamenti per celebrare l’arrivo del nuovo anno. Ma quali sono i limiti e le regole da tenere in considerazione per evitare di incorrere in discussioni con i propri vicini durante le feste di Capodanno in condominio?

Il Capodanno è ormai molto vicino e si sa che si tratta di uno dei momenti più attesi e più festosi dell’anno. C’è chi decide di fare una vacanza o recarsi in locali e ristoranti per attendere la mezzanotte, ma tantissimi preferiscono celebrare l’inizio di un nuovo anno in modo più tradizionale, ovvero organizzando una lunga serata con amici e parenti che inizia con il classico cenone per poi proseguire con i festeggiamenti sino alle prime ore del mattino.

Festeggiare l’arrivo del nuovo anno in un’abitazione facente parte di un edificio condominiale implica però fare particolare attenzione ad alcune questioni. La prima è legata ai rumori, ovvero le cosiddette immissioni acustiche, normate dall’art. 844 del codice civile che vieta quelle che superano la normale tollerabilità.

Sempre in merito al disturbo delle persone l’art. 659 del codice penale punisce il disturbo del riposo delle persone stabilendo che:

Chiunque, mediante schiamazzi o rumori, ovvero abusando di strumenti sonori o di segnalazioni acustiche ovvero suscitando o non impedendo strepiti di animali, disturba le occupazioni o il riposo delle persone, ovvero gli spettacoli, i ritrovi o i trattenimenti pubblici, è punito con l’arresto fino a tre mesi o con l’ammenda fino a euro 309.

Tuttavia, tale normativa si applica lì dove il disturbo colpisca una pluralità indeterminata di persone, pertanto non è applicabile in un contesto condominiale in cui si arreca disturbo esclusivamente all’appartamento confinante con quello in questione.

Va tenuto presente che comunque i festeggiamenti inerenti alla serata di Capodanno sono considerati come evento sporadico, pertanto qualche schiamazzo in più e un po’ di musica fuori orario la notte del 31 dicembre sono sicuramente tollerabili anche se è sempre necessario non esagerare e agire con buon senso e nel rispetto degli altri condòmini.

Altro argomento dibattuto durante le festività natalizie riguarda i fuochi d’artificio e i botti di Capodanno. A tal proposito sono moltissimi i Comuni che ogni anno emettono delle ordinanze per contenere questo fenomeno e vietare lo scoppio di fuochi e petardi, sia perché spesso causano vittime e feriti e sia perché sono pericolosi anche per gli animali e per le abitazioni.

Da un punto di vista giuridico, l’art. 703 del codice penale norma le accensioni ed esplosioni pericolose e stabilisce che:

Chiunque, senza la licenza dell’Autorità, in un luogo abitato o nelle sue adiacenze, o lungo una pubblica via o in direzione di essa spara armi da fuoco armi, accende fuochi d’artificio, o lancia razzi, o innalza aerostati con fiamme, o in genere, fa accensioni o esplosioni pericolose, è punito con l’ammenda fino a euro 103. Se il fatto è commesso in un luogo ove sia adunanza o concorso di persone, la pena è dell’arresto fino a un mese.

Sebbene non sia obbligatoria, a fronte di quanto appena detto, è consigliabile che il condominio stipuli una polizza assicurativa globale sull’edificio, in modo che siano coperti eventuali danni e sinistri che riguardino gli spazi comuni, le abitazioni private e terze persone. Le polizze globali, infatti, coprono anche i danni causati da eventi eccezionali e garantiscono il risarcimento dei danni.

Naturalmente spetta all’assemblea decidere in merito alla stipula, alla durata e alla compagnia assicurativa da scegliere, mentre sarà l’amministratore a dover provvedere al pagamento del premio e al rinnovo del contratto. Inoltre, nel caso di evento dannoso, spetterà sempre all’amministratore denunciare il sinistro e contattare l’assicuratore per la liquidazione dello stesso.

Ad ogni modo, i consigli per festeggiare il Capodanno in condominio modo rispettoso sono: consultare il regolamento di condominio per capire se vi sono limiti o clausole specifiche, agire con buon senso per quanto concerne i rumori o gli eventuali schiamazzi, ma al contempo essere più tolleranti con tutti i condòmini poiché trattasi, appunto, di evento sporadico e, infine, evitare di sparare fuochi d’artificio o petardi per non rischiare di provocare danni a persone, ai nostri amici animali e alle abitazioni.

Deborah Maria Foti
Ufficio Stampa ANAPI

Vorresti rimanere sempre aggiornato/a su tutte le novità in materia condominiale?
Iscriviti alla nostra Newsletter settimanale!

Potrebbe piacerti anche