Consiglio di condominio, nomina e funzioni

Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Come ogni lunedì diamo spazio alle domande dei nostri Associati ANAPI e questa settimana la domanda è relativa alla nomina del consiglio di condominio.

“Gentile Associazione,

il regolamento di condominio prevede la costituzione del consiglio condominiale e la sua convocazione in fase di approntamento del bilancio condominiale in quanto organo consultivo e di controllo.

Un condomino nuovo, rivendicandone la presenza in assemblea, ne chiede la costituzione.

Dovendo rispettare il regolamento condominiale e dovendo convocare il consiglio, quali tempi bisogna rispettare per la sua convocazione e qual è la procedura da seguire in sede di riunione del consiglio? Quale documentazione, inoltre, è necessario presentare?”

“Gentilissimo Associato,

l’art. 1130 bis del codice civile rubricato “Rendiconto condominiale” dispone al quarto comma che l’assemblea può anche nominare, oltre l’amministratore, un consiglio di condominio composto da almeno tre condomini negli edifici di almeno dodici unità immobiliari.

Il consiglio ha funzioni consultive e di controllo.

Sui profili di nomina e durata nulla è indicato. Inoltre, a parere dello scrivente l’identificazione delle funzioni consultive e di controllo non significa qualificazioni delle attività.

Sicuramente, il comma 4° del citato articolo essendo contemplato dall’ art. 1130 del codice civile attribuisce alle funzioni di controllo la verifica del rendiconto condominiale nel rispetto degli obblighi contabili ed amministrative dell’amministratore di condominio.

Per quanto riguarda la durata e maggioranze applicative,  a parere dello scrivente, salvo regolamento di condominio , per il consiglio condominiale, in assenza norme in materia è possibile applicare le regole del mandato  e le maggioranze di nomina e revoca dell’amministratore condominiale indicate dall’art. 1136 4° comma in combinato disposto con gli art. 1703 e seguenti del codice civile libro quarto delle obbligazioni.

Il procedimento di convocazione  dell’assemblea seguirà i requisiti dell’art.66 delle disp. att. al codice civile  non essendo richiesti procedimenti aggravati così come richiesto in materia di cambio di destinazione d’uso ex. art.1117 ter del c.c o in materia di innovazioni ex art.1120 del codice civile.

Pertanto, il regolamento di condominio, con riferimento alle funzioni consultive e di controllo  può stabilire poteri e doveri  del consiglio condominiale nel rispetto delle attribuzioni dell’assemblea di condominio così come richiamato dall’art.1135 e 1138  del codice civile.”

Non perderti tutte le novità relative al mondo condominiale:
iscriviti alla nostra newsletter!

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.

Potrebbe piacerti anche