Raccolta differenziata ed obblighi dell’Amministratore di Condominio

Come ogni settimana diamo spazio alle domande dei nostri Associati ANAPI e questa settimana la domanda è relativa alla raccolta differenziata all’interno dei condomini e agli obblighi dell’amministratore di condominio.

“Gentile Associazione,

Con la presente vorrei richiedere un chiarimento in merito raccolta differenziata nei condomini. Con l’avvicinarsi delle festività natalizie spesso all’interno degli spazi comuni del condominio, vengono ammassati dei rifiuti che naturalmente creano ostacolo e disagio per tutti gli altri condòmini. In queste situazioni, quali obblighi sono ascrivibili all’amministratore di condominio?”

“Preg.mo Associato,

con riferimento alle disposizioni in materia condominiale, nessun obbligo è stato definito se non in termini di responsabilità e custodia delle parti comuni, nonché dell’esercizio dei poteri conservativi ex. art.1130 del codice civile, relativamente alla tutela dell’igiene e della sicurezza delle parti comuni dell’edificio, che appunto definisce che l’amministratore di condominio ha l’obbligo di

disciplinare l’uso delle cose comuni e la fruizione dei servizi nell’interesse comune, in modo che ne sia assicurato il miglior godimento a ciascuno dei condomini.

Come tale, è opportuno che l’assemblea individui, attraverso un provvedimento deliberativo, gli spazi condominiali in cui collocare i contenitori per la differenziata con il rispetto dei giorni e degli orari del conferimento dei rifiuti in virtù delle disposizioni comunali eventualmente richiamate. Infatti il regolamento condominiale, adottato a maggioranza, può disporre in materia di uso delle cose e delle parti comuni, purché sia assicurato il diritto al pari uso di tutti i condomini. Oltre al conferimento, devono essere definiti i giorni di pulizia dei medesimi contenitori al fine di tutelare l’igiene e la sicurezza dei condomini, attribuendo ad una ditta di sanificazione l’appalto dei lavori di pulizia richiesti.

Tuttavia, in caso di errato conferimento della raccolta differenziata e dell’eventuale esposizione dei medesimi contenitori, nessuna responsabilità può essere imputata al mandatario condominiale, in quanto soggetto estraneo al servizio di raccolta dei rifiuti (Tar Sicilia N° 455/2019).

Quindi, in sintesi, in caso di erronea modalità di effettuazione della raccolta differenziata o di mancato rispetto delle parti comuni, l’amministratore di condominio non può essere ritenuto responsabile né tantomeno ha il potere di applicare multe. Tutt’al più il condominio potrà dotarsi di impianti di videosorveglianza e far visionare le registrazioni alla polizia municipale per l’applicazione delle rispettive sanzioni ai responsabili.”

Centro Studi Anapi 
Dott. Roberto Bonasia

Arrivederci alla prossima settimana per la risposta ad un nuovo quesito!

Non perderti tutte le novità relative al mondo condominiale:
iscriviti alla nostra newsletter!

Potrebbe piacerti anche