Parcheggio e disabilità, questioni condominiali

Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Come ogni lunedì diamo spazio alle domande dei nostri Associati ANAPI e questa settimana la domanda è relativa al parcheggio per disabili in codominio.

“Gentile Associazione,

In un condominio da me gestito è stato richiesto di mettere all’ordine del giorno la richiesta da parte di un condomino, con invalidità al 100%, di realizzazione di strisce delimitanti un posto auto per disabili all’interno del cortile condominiale.

Il regolamento contrattuale del condominio in oggetto prevede però il divieto di sosta per le vetture all’interno del cortile stesso.

Il condomino diversamente abile sostiene che sia un suo diritto avere il posto auto interno e quanto più vicino possibile all’ingresso dello stabile, altri condomini invece sostengono che abbia diritto unicamente alla richiesta di posto auto per disabili su strada pubblica e vicino all’ingresso del condominio ma non all’interno della proprietà condominiale.

Gradirei un Vostro parere legale in merito.”

“Preg.mo Associato,

Il D.M – Ministero dei Lavori Pubblici 14 giugno 1989, n. 236 rubricato  “Prescrizioni tecniche necessarie a garantire l’accessibilità, l’adattabilità e la visitabilità degli edifici privati e di edilizia residenziale pubblica sovvenzionata e agevolata, ai fini del superamento e dell’eliminazione delle barriere architettoniche” (Pubblicato in suppl. ord. alla Gazzetta Ufficiale n.145 del 23 giugno 1989) , dispone all’  art. 1

che le norme contenute nel presente decreto si applicano:

1) agli edifici privati di nuova costruzione, residenziali e non, ivi compresi quelli di edilizia residenziale convenzionata;

2) agli edifici di edilizia residenziale pubblica sovvenzionata ed agevolata, di nuova costruzione;

3) alla ristrutturazione degli edifici privati di cui ai precedenti punti 1) e 2), anche se preesistenti alla entrata in vigore del presente decreto;

4) agli spazi esterni di pertinenza degli edifici di cui ai punti precedenti.

Con riferimento alle prescrizioni impartite al punto 8.2.3 viene stabilito che  nei

parcheggi nelle aree di parcheggio devono comunque essere previsti, nella misura minima di 1 ogni 50 o frazione di 50, posti auto di larghezza non inferiore a m 3,20, e riservati gratuitamente ai veicoli al servizio di persone disabili. Detti posti auto, opportunamente segnalati, sono ubicati in aderenza ai percorsi pedonali e nelle vicinanze dell’accesso dell’edificio o attrezzatura. Al fine di agevolare la manovra di trasferimento della persona su sedia a ruote in comuni condizioni atmosferiche, detti posti auto riservati sono, preferibilmente, dotati di copertura.

Con riferimento al regolamento condominiale, chieda  tramite assemblea straordinaria,la modifica del medesimo  nel rispetto dell’art.1138 c.c in funzione del decreto ministeriale richiamato

La disabilità non sempre può essere motivo di diatriba condominiale quando sono in gioco valori costituzionalmente protetti.”

Arrivederci alla prossima settimana per la risposta ad un nuovo quesito!

Non perderti tutte le novità relative al mondo condominiale:
iscriviti alla nostra newsletter!

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.

Potrebbe piacerti anche