Feste Natalizie in Condominio

Le vacanze natalizie sono particolarmente sentite e, come ben sappiamo, diventano occasione di cene e festeggiamenti in casa in compagnia dei propri cari. Ma quali possono essere i suggerimenti per chi vive in condominio e vuole festeggiare senza incorrere in discussioni con i vicini?

Con l’avvicinarsi delle festività natalizie aumentano notevolmente i momenti di incontro con parenti ed amici in occasione di cene e festeggiamenti organizzati in casa e contraddistinti da entusiasmo e vivacità. Ma queste occasioni per trascorrere serate all’insegna della felicità, possono, in alcuni casi, portare purtroppo a conseguenze poco piacevoli per chi vive all’interno dei condomini, difatti queste occasioni spesso si trasformano in diverbi e liti con gli altri inquilini, proprio a causa dei rumori fastidiosi, dei toni alti della voce o della musica ad alto volume.

L’art. 844 del codice civile, tra le altre immissioni, vieta appunto le immissioni acustiche che superano la normale tollerabilità. Il primo consiglio è quindi quello di consultare il regolamento condominiale e, se non dovessero esserci particolari divieti o sanzioni riferite specificatamente a rumori in occasione delle festività, è possibile che sia consentito poter aumentare il volume della musica o, nel complesso, aumentare le immissioni acustiche, trattandosi appunto di eventi sporadici, come ad esempio la festa di Capodanno. Difatti in questi casi specifici è richiesto agli altri inquilini un livello più alto di tollerabilità. Resta naturalmente sottinteso che, anche se previsto un maggiore livello di tollerabilità, si debba comunque cercare di mantenere la soglia di rumore ad un livello accettabile.

Inoltre, considerando che durante i periodi di festività vengono ammesse immissioni sonore più alte del solito anche in luoghi pubblici (si pensi agli eventi organizzati dai Comuni nelle piazze nei giorni festivi), va da sé che la stessa regola debba valere anche per le feste organizzate in casa.

A questo proposito, vista l’alta percentuale di liti tra condòmini causate dai suddetti motivi, il Coram (Coordinamento dei Registri degli amministratori immobiliari di Confedilizia) ha espresso alcuni suggerimenti per evitare di passare dal brindisi natalizio alla sede di un tribunale. Il suggerimento è proprio quello di avere una maggiore soglia di tolleranza in occasione delle festività o di ricorrenze sporadiche, a patto che però venga sempre tenuto in considerazione che chi decide di organizzare una festa privata in appartamento deve avere l’accortezza di mantenere una certa moderazione affinché non venga turbata la sensibilità di chi, contrariamente, decide di non festeggiare.

Non perderti tutte le novità relative al mondo condominiale:
iscriviti alla nostra newsletter!

Potrebbe piacerti anche