ARERA: proroga dei distacchi per morosità fino al 17 maggio

L’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente ha comunicato, lo scorso 30 aprile, una proroga delle procedure di sospensione dei distacchi di acqua, luce e gas per via della situazione emergenziale legata al Coronavirus.

Come si legge dal comunicato stampa divulgato dall’ARERA, prosegue fino al 17 maggio 2020 la proroga legata all’iter per i distacchi delle forniture di acqua, elettricità e gas per quanto riguarda i clienti domestici morosi.

La proroga della sospensione dei procedimenti di morosità sino al 17 maggio riguarda tutti i clienti domestici dell’energia elettrica, i clienti domestici per la fornitura del gas con consumi non superiori a 200.000 Smc/anno e, per quanto concerne il settore idrico, il provvedimento è ugualmente valido per tutte le utenze domestiche.

A tal proposito, l’Autorità ha chiarito che:

Coerentemente con le rinnovate misure governative di contenimento dell’epidemia da COVID-19 e a seguito dei primi risultati del proprio monitoraggio sui potenziali impatti finanziari delle misure introdotte sui diversi settori, l’Autorità ritiene opportuno continuare ad assicurare la tutela dei clienti e degli utenti domestici, in modo proporzionato e adeguato a garantire anche la necessaria sostenibilità finanziaria degli interventi per tutta la filiera dell’energia e dell’ambiente.

I gestori, per quanto riguarda gli utenti del servizio idrico con usi diversi rispetto a quello domestico, previa verifica dell’Ente di governo pertinente riguardo la compatibilità con la condizione di mantenimento dell’equilibrio economico-finanziario, possono permettere la rateizzazione del pagamento delle fatture non ancora scadute al 4 maggio 2020 (e comunque con scadenza entro il 31 maggio 2020), nonché di quelle emesse nel periodo tra il 4 ed il 31 maggio 2020. Il piano di rateizzazione verrà stabilito previo accordo tra il gestore e l’Ente di governo pertinente.

Per quanto concerne gli operatori del settore energetico, un’ulteriore delibera dell’ARERA proroga le misure per ridurre le eventuali ripercussioni della sospensione dei distacchi e sulla corretta gestione dei pagamenti lungo la filiera e dal punto di vista finanziario sul sistema.

Al termine del periodo di proroga le procedure di costituzione in mora dovranno essere riavviate, rispettando i tempi di preavviso delle regole dei settori di acqua, luce e gas. La prima comunicazione di sollecito o di costituzione in mora dovrà contenere l’offerta di rateizzazione dei relativi importi senza il pagamento di interessi.

Stefano Besseghini, Presidente dell’ARERA, ha dichiarato che:

Il sistema energetico e ambientale continua ad essere stabile garantendo la fornitura dei servizi senza soluzione di continuità. Il monitoraggio dell’Autorità continuerà in modo puntuale, ma nella delicata fase di passaggio che si sta aprendo saranno centrali anche gli interventi segnalati al Governo e Parlamento lo scorso 23 aprile.

In particolare sui clienti non domestici, in maggioranza attività produttive, produrrebbero riduzioni importanti delle bollette elettriche le misure di riduzione o azzeramento delle quote fisse sulle componenti trasporto e gestione del contatore e degli oneri generali.

Le delibere saranno pubblicate sul sito dell’ARERA nella sezione “Emergenza Coronavirus”.

Non perderti tutte le novità relative al mondo condominiale:
iscriviti alla nostra newsletter!

Potrebbe piacerti anche