ARERA: Consumi prescrivibili “in ogni caso” oltre i 2 anni

L’ARERA ha stabilito che le bollette di acqua, luce e gas sono prescrivibili “in ogni caso” per i consumi più vecchi di due anni. La modifica è stata integrata nella regolazione ARERA con effetto dal 1° gennaio 2020.

L’ARERA, attraverso la pubblicazione di un comunicato stampa, ha comunicato che dal 1° gennaio 2020 i clienti di energia e gas e gli utenti del servizio idrico integrato, appartenenti alle tipologie indicate dalla legge e dalla regolazione vigente, potranno eccepire in ogni caso la prescrizione per importi fatturati relativi ai consumi più vecchi di 2 anni.

La presente novità è stata introdotta dalla Legge di bilancio 2020 (n.160 del 2019) e viene integrata da ARERA nel quadro regolatorio complessivo, adeguando l’informativa ai clienti e agli utenti che i vari gestori e venditori dovranno inserire all’interno delle fatture, anche nel caso di procedure di messa in mora collegate, così come anche in caso di risposta ai reclami inviati da utenti e clienti in merito alla tematica.

Precedentemente la prescrizione per i consumi relativi a periodi superiori ai 2 anni veniva esclusa nei casi in cui la mancata o erronea rilevazione dei relativi dati derivasse da un’accertata responsabilità dell’utente. Difatti, per garantire la trasparenza, venditori e gestori erano tenuti ad emettere una fattura separata contenente gli importi relativi ai consumi risalenti a più di 2 anni, oppure, in alternativa, erano tenuti ad evidenziare i suddetti importi in modo chiaro all’interno di fatture che contenevano anche importi non prescrivibili.

Ad ogni modo, i venditori e i gestori dovranno informare i clienti e gli utenti riguardo la possibilità di eccepire gli importi più vecchi di 2 anni ed inoltre dovranno fornire (sia attraverso sito internet che negli sportelli al pubblico) un modulo che semplifichi la comunicazione della volontà di eccepire la prescrizione e i recapiti cui inviare la richiesta.

Il comunicato stampa ARERA è consultabile al seguente link: https://www.arera.it/it/com_stampa/20/200527.htm

Non perderti tutte le novità relative al mondo condominiale:
iscriviti alla nostra newsletter!

Potrebbe piacerti anche