fbpx

Condominio: interventi trainanti e trainati del bonus 110%

Come ogni settimana diamo spazio alle domande dei nostri Associati ANAPI e questa settimana il quesito riguarda le applicazioni fiscali e i limiti di spesa degli interventi trainanti e trainati connessi al Superbonus 110%.

L'ASSOCIATO CHIEDE

Gentile Associazione,

vorrei porre un quesito in materia di Superbonus 110%. In particolare: laddove nell’ambito di un intervento sulle parti comuni di un edificio, compreso tra quelli che possono accedere al Superbonus (ad esempio riqualificazione energetica), vengano inseriti, su richiesta dei singoli condomini, come lavori trainati, interventi sulle unità abitative di proprietà esclusiva (sostituzione infissi, schermature solari), questi ultimi come e in che misura incidono nel calcolo dei massimali di spesa e nella conseguente ripartizione delle spese?

L'ESPERTO RISPONDE

Preg.mo Associato,

Con riferimento al quesito che sottoposto, l’Agenzia delle Entrate con la risoluzione N°60/E  del 2809/2020 rubricato in oggetto “Superbonus – interventi realizzati sulle parti comuni di un edificio in condominio e sulle singole unità immobiliari – Limiti di spesa Articoli 119 e 121 del decreto legge 19 maggio 2020, n. 34 (decreto Rilancio)” è precisato, richiamando la circolare N°24/E/2020, che:

Nel caso in cui sul medesimo immobile siano effettuati più interventi agevolabili, il limite massimo di spesa ammesso alla detrazione è costituito dalla somma degli importi previsti per ciascuno degli interventi realizzati.

Ciò implica, in sostanza, che qualora siano realizzati sull’edificio in condominio, come prospettato nell’istanza di interpello, la posa in opera del cappotto termico sull’involucro dell’edificio condominiale e interventi di riduzione del rischio sismico – interventi “trainanti” – nonché la sostituzione dei portoni esterni con nuovi ad alta efficienza termica e l’installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda, di pannelli fotovoltaici per la produzione di energia elettrica e relativi sistemi di accumulo e di infrastrutture di ricarica dei veicoli elettrici – interventi “trainati” – il limite massimo di spesa ammesso al Superbonus sarà costituito dalla somma degli importi previsti per ciascuno di tali interventi.

È possibile fruire della corrispondente detrazione a condizione che siano distintamente contabilizzate le spese riferite ai diversi interventi – non essendo possibile fruire per le medesime spese di più agevolazioni e siano rispettati gli adempimenti specificamente previsti in relazione a ciascuna detrazione. Nei predetti limiti, il Superbonus spetta anche per i costi strettamente collegati alla realizzazione e al completamento dei suddetti interventi quali quelli indicati dall’Istante sostenuti per la sostituzione delle soglie alle finestre e il riposizionamento in facciata delle cerniere e della ferramenta delle persiane, necessarie a seguito della posa del cappotto termico.

Centro Studi ANAPI
Dott. Roberto Bonasia

Vorresti rimanere sempre aggiornato/a su tutte le novità in materia condominiale?
Iscriviti alla nostra Newsletter settimanale!

Newsletter
Potrebbe piacerti anche