fbpx

Cessione del credito e sconto in fattura: invio rettifiche delle comunicazioni entro il 13 maggio

L’Agenzia delle Entrate ha comunicato che dal 9 al 13 maggio 2022 sarà possibile procedere con l’invio delle comunicazioni sostitutive e la ritrasmissione delle comunicazioni scartate relative a cessione del credito e sconto in fattura.

Con la Risoluzione n. 21/E del 5 maggio 2022, l’Agenzia delle Entrate ha comunicato la riapertura dei termini per consentire la nuova comunicazione di opzione del credito e sconto in fattura, per quanto concerne le richieste inviate dal 1° al 29 aprile che erano state scartate o errate, relative agli interventi sostenuti nel 2021. I nuovi termini comunicati dall’Agenzia delle Entrate vanno dal 9 al 13 maggio 2022.

Nei giorni scorsi era emerso che molte delle comunicazioni inviate, entro la precedente scadenza del 29 aprile 2022, erano state scartate. Altre comunicazioni che invece erano state accolte, contenevano errori sostanziali che hanno portato all’insorgenza di crediti d’imposta errati.

Inoltre, molti contribuenti avevano denunciato dei malfunzionamenti della piattaforma attraverso la quale comunicare cessioni del credito o sconti in fattura. Tutta questa situazione ha portato, quindi, l’Agenzia delle Entrate, a rivedere i termini e ovviare agli errori con l’invio di una nuova comunicazione dal 9 al 13 maggio 2022.

A conferma di quanto appena detto, infatti, nella suddetta Risoluzione si legge che:

sono giunte all’Agenzia delle entrate alcune segnalazioni da parte di contribuenti, professionisti e associazioni di categoria, nelle quali è stato evidenziato che, anche in ragione delle significative evoluzioni normative intervenute di recente, sono state scartate numerose comunicazioni trasmesse entro la prevista scadenza del 29 aprile 2022. In altri casi, invece, è stato segnalato che le comunicazioni inviate e accolte contenevano errori sostanziali che determinano l’insorgere di crediti d’imposta non corretti.

Dal 9 al 13 maggio sarà possibile:

  1. inviare comunicazioni sostitutive e annullamenti di comunicazioni trasmesse e accolte dal 1° al 29 aprile 2022, per le rate residue delle spese del 2020 (4 o 9 rate, in base al tipo di intervento) e le spese del 2021;
  2. ritrasmettere comunicazioni scartate dal 25 al 29 aprile 2022, per le rate residue delle spese del 2020 (4 o 9 rate) e le spese del 2021, a parità di codice fiscale del beneficiario (condominio o beneficiario dell’intervento sulla singola unità immobiliare) e anno della spesa.

L’Agenzia delle Entrate ha chiarito anche che i crediti emergenti dalle comunicazioni relative alle rate residue delle spese del 2020 e alle spese del 2021, correttamente ricevute dal 1° al 29 aprile 2022 o dal 9 al 13 maggio 2022, saranno caricati entro il 17 maggio 2022 sulla Piattaforma accessibile dall’area riservata del sito internet dell’Agenzia delle Entrate.

Infine, l’Agenzia delle Entrate ha spiegato che:

Resta fermo il caricamento sulla suddetta Piattaforma, entro il 10 maggio 2022, dei crediti emergenti dalle comunicazioni relative alle spese del 2022, correttamente ricevute nel mese di aprile 2022, per le quali, come di consueto, eventuali sostituzioni e annullamenti devono essere trasmessi entro il giorno 5 del mese successivo (5 maggio 2022).

 

Deborah Maria Foti
Ufficio Stampa ANAPI

Vorresti rimanere sempre aggiornato/a su tutte le novità in materia condominiale?
Iscriviti alla nostra Newsletter settimanale!

Potrebbe piacerti anche