fbpx

Sismabonus acquisto: da confermare la proroga al 31 dicembre 2022 a determinate condizioni

Il Sismabonus acquisto potrebbe essere prorogato sino al 31 dicembre 2022, solo in alcuni casi, in base a quanto contenuto nel testo del Decreto PNRR 2 in fase di conversione.

Le ultime novità sulla detrazione Sismabonus acquisti riguardano un possibile slittamento al 31 dicembre 2022 del termine per stipulare un contratto di compravendita di un immobile antisismico. Questa novità potrebbe arrivare dalla legge di conversione del Decreto PNRR 2, il quale è nella fase finale dell’iter di conversione parlamentare. La conversione, infatti, deve avvenire entro il 30 giugno 2022 e attualmente il testo del Decreto-legge del 30/04/2022 n. 36 è all’esame del Senato.

Nello specifico, il comma 4-bis dell’art. 9 della bozza del Decreto PNRR 2, sposta dal 30 giugno 2022 al 31 dicembre 2022 la finestra temporale entro la quale è possibile stipulare il rogito senza perdere il diritto alla maxi detrazione, anche se è importante che vengano rispettati dei requisiti piuttosto stringenti.

Per quanto riguarda i suddetti requisiti da rispettare, innanzitutto è necessario che entro la data del 30 giugno 2022 i contribuenti abbiano sottoscritto un contratto preliminare di vendita dell’immobile, registrato regolarmente all’Agenzia delle Entrate. Inoltre, è necessario che i contribuenti abbiano versato acconti, mediante il meccanismo dello sconto in fattura, e aver maturato i relativi crediti d’imposta.

Un’altra condizione da rispettare è quella relativa al fatto che i contribuenti devono aver ottenuto la dichiarazione di ultimazione dei lavori strutturali, il collaudo degli stessi e l’attestazione del collaudatore statico che asseveri il raggiungimento della riduzione del rischio sismico. Infine, è necessario che l’immobile sia stato accatastato almeno in categoria F/4 (Unità in corso di definizione).

In sostanza, quindi, rispettando tutte le condizioni appena descritte, i soggetti potranno stipulare il rogito per l’acquisto dell’edificio anche dopo il termine di scadenza attuale, ovvero il 30 giugno 2022, ma dovranno farlo entro la fine dell’anno.

Infine, è importante ricordare che dopo la fine dei termini previsti per poter fruire della detrazione al 110%, l’acquisto degli immobili antisismici tornerà alle aliquote previste dal Sismabonus, ovvero la detrazione del 75% sul prezzo di vendita se i lavori hanno portato al miglioramento di una classe di rischio e la detrazione dell’85% nel caso in cui i lavori avessero portato al miglioramento di due classi di rischio.

Deborah Maria Foti
Ufficio Stampa ANAPI

Vorresti rimanere sempre aggiornato/a su tutte le novità in materia condominiale?
Iscriviti alla nostra Newsletter settimanale!

Potrebbe piacerti anche