14 Maggio 2018 – Quesito della Settimana

Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Questa settimana il quesito posto è il seguente:


“Gentile Associazione,

Spett. le Associazione,

Vorrei alcune delucidazioni riguardo il registro di anagrafe condominiale.
Premetto che si tratta di un condominio ex-novo, composto da sei palazzine di circa 85 unità immobiliari.
Alcune precisazioni:
1) Tenere il registro di anagrafe condominiale è precipuo compito dell’amministratore.
2) È chiarissimo sul punto l’art. 1130 n. 6 c.c. secondo il quale rientra tra i compiti del mandatario della compagine “curare la tenuta del registro di anagrafe condominiale contenente le generalità dei singoli proprietari e dei titolari di diritti reali e di diritti personali di godimento, comprensive del codice fiscale e della residenza o domicilio, i dati catastali di ciascuna unità immobiliare, nonché ogni dato relativo alle condizioni di sicurezza delle parti comuni dell’edificio”.

Quindi, siccome nell’offerta di amministrazione ho inserito sotto la voce “Prestazioni straordinarie” la tenuta della tenuta del registro dell’anagrafe condominiale, per un importo di 850€, vorrei sapere: “E’ lecito fatturare l’importo a parte al condominio rispetto al compenso ordinario?


Anapi risponde:

“Gentile associato,

Premessi gli obblighi richiamati dall’art 1130 del codice civile rubricato “attribuzione dell’amministratore”, la questione, sottoposta a codesto ufficio di consulenza, può essere presa in esame considerando le norme sul mandato che dispone all’art 1703 del codice civile il criterio secondo il quale il mandato è il contratto con la quale una parte si obbliga a compiere uno o più atti per conto dell’altra.
Gli atti richiamati dall’art 1703 del codice civile hanno ad oggetto gli obblighi per l’amministratore indicati dalla normativa condominiale .
Pertanto,,attraverso la presentazione del preventivo, espressione delle competenze dell’amministratore che qualificano giuridicamente l’attività del suo mandato, è possibile offrire i servizi della propria attività lavorativa, tra cui la l’attività avente ad oggetto l ‘anagrafe condominiale richiamata tra gli adempimenti ex art 1130 n° 6 del codice civile.
Preventivo, che dovrà essere deliberato in assemblea previo convocazione assembleare.
Addebitare una spesa, che comunque il  singolo condomino potrebbe ritenere rientrare nel mandato condominiale  comporta il rischio della mancata ratifica dell’importo economico richiesto ai condomini interessati.


Arrivederci alla prossima settimana per la risposta ad un nuovo quesito!

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.

Potrebbe piacerti anche