21 Maggio 2018 – Quesito della Settimana

Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Questa settimana il quesito posto è il seguente:


“Gentile Associazione,

Spett. le Associazione,

Vorrei porre un quesito in ordine alla destinazione di un appartamento di un condomino a locazioni transitorie utilizzando il sito internet airbnb (ma vale per qualunque sito di locazioni online). In sostanza questo condominio effettua locazioni brevissime, tramite il sito airbnb, a persone che abitano nell’appartamento per pochissimi giorni, creando disagi a tutti gli altri condomini che si vedono arrivare sconosciuti di ogni nazionalità a qualunque ora del giorno. Ciò che vorrebbe sapere il condominio è se il proprietario dell’appartamento ha l’obbligo, secondo la Legge 220/2012 (nuovo articolo 1130 n. 6), di notificare all’amministratore le generalità di ogni inquilino che prende possesso dell’appartamento, anche se per pochi giorni, e se deve far pervenire all’amministratore anche copia dell’obbligatoria denuncia alla Pubblica Sicurezza.


Anapi risponde:

“Gentile associato,

Secondo la legge 220/2012, art 1130 n°6 del codice civile , l’amministratore oltre a quanto previsto dall’art 1129 e dalle vigenti disposizioni di legge deve curare la tenuta del registro di anagrafe condominiale contenente le generalità dei singoli proprietari e dei titolari di diritti reali e di diritti personali di godimento, comprensive del codice fiscale e della residenza o domicilio, i dati catastali di ciascuna unità immobiliare, nonchè ogni dato relativo alle condizioni di sicurezza.
Pertanto, con riferimento al suo quesito, il proprietario dell’appartamento ha l’obbligo, secondo la Legge 220/2012 (nuovo articolo 1130 n. 6), di notificare all’ amministratore di condominio  le generalità di ogni inquilino,nonchè di rispettare l’obbligo richiamato dall’art 13 della legge 208/2016, art 1 comma 59 che sostituisce l’art 13 della legge del 9 dicembre del 1998 n.431, a carico del locatore di provvedere alla registrazione nel termine prentorio di trenta giorni, dandone documentata comunicazione, nei successivi sessanta giorni al conduttore ed all’amministratore del condominio, anche ai fini dell’ottemperanza agli obblighi di tenuta dell’anagrafe condominiale .
Come tale, alla luce degli obblighi di legge indicati e nel rispetto della Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 2, comma 3 che identifica i criteri temporali di durata del contratto ad uso abitativo,  le parti non possono stipulare contratti di locazione inferiore a quattro anni e pertanto, l’effettuazioni di locazioni qualificate come ” brevissime ” sarebbero inammissibili.
Premesso, che non rientra tra le attribuzioni dell’amministratore verificare la durata del contratto di locazione ad uso abitativo  se non il rispetto dell’art 1130 n°6 del codice civile nonchè di eventuali attribuzioni stabilite da regolamento di condominio, il proprietario – locatore deve essere informato  degli obblighi  giuridici, in modo da permettere all’amministratore professionista di poter esercitare gli obblighi  di legge richiamati e dall’ altra di permettere al condomino in questione di poter stipulare i contratti di locazione nel rispetto della autonomia negoziale richiesta dalle norme in vigore.
Con riferimento alla necessità di trasmettere  all’ amministratore  copia dell’obbligatoria denuncia alla Pubblica Sicurezza, non rientra tra gli obblighi richiamati dalla legge 220/2012, premesso che è opportuno verificare l’ammissione di queste informazioni rispetto al nuovo regolamento europeo n°679/ 2016 .


Arrivederci alla prossima settimana per la risposta ad un nuovo quesito!

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.

Potrebbe piacerti anche