16 Luglio 2018 – Quesito della Settimana

Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Questa settimana il quesito posto è il seguente:


“Gentile Associazione,

sono prossima ad un’assemblea, per questo Le chiedevo se fosse sufficiente la maggioranza semplice dell’art. 1136 3° C.  (maggioranza degli intervenuti con un numero di voti che rappresenti almeno un terzo del valore dell’edificio) per deliberare un piano di rientro proposto da un condomino che vorrebbe riuscire a pagare il debito nei confronti del condominio.

 


Anapi risponde:

Gentile associato,

l’Art. 1129 del codice civile rubricato “Nomina, revoca ed obblighi dell’amministratore”, dispone che: Salvo che sia stato espressamente dispensato dall’assemblea, l’amministratore è tenuto ad agire per la riscossione forzosa delle somme dovute dagli obbligati entro sei mesi dalla chiusura dell’esercizio nel quale il credito esigibile.

L’art. 63 delle disposizioni attuative al codice civile, al primo comma dispone che: per la riscossione dei contributi in base allo stato di ripartizione approvato dall’assemblea, l’amministratore, senza bisogno di autorizzazione di questa, può ottenere un decreto di ingiunzione immediatamente esecutivo, nonostante opposizione, ed è tenuto a comunicare ai creditori non ancora soddisfatti che lo interpellino i dati dei condomini morosi.

Con riferimento alla fattispecie in questione, l’amministratore deve convocare l’assemblea finalizzata a discutere la richiesta del condomino, premesso che, l’Art. 1708 del codici civile rubricato contenuto del mandato, dispone che il mandato generale, non comprende gli atti che eccedono l’ordinaria amministrazione, se non sono indicati espressamente.  (SentTrib.Milano5021/2017).

In questo caso, devono essere espressamente indicati dall’assemblea quale mandante del condominio, attraverso delibera assembleare con le maggioranze indicate dall’Art. 1136 4°- 2° comma del codice civile, ossia la maggioranza degli intervenuti e metà del valore dell’edificio, trattandosi, in virtù di una interpretazione estensiva, di materie che esorbitano dalla competenza dell’amministratore così come indicato dai commi del citato Articolo 1136 del Codice Civile.

 



Arrivederci alla prossima settimana per la risposta ad un nuovo quesito!

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.

Potrebbe piacerti anche