Partenza per le vacanze e furti in appartamento, come difendersi?

Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Ritorna la paura dei furti soprattutto nel periodo delle ferie estive. Sebbene nel 2017 i sinistri nelle abitazioni denunciati in Italia siano diminuiti del 10% passando dai 214.053 del 2016 a 192.681, secondo una indagine curata dal Centro studi CNA in collaborazione con CNA Installazione e Impianti sono comunque tanti: 528 al giorno, 22 l’ora, uno ogni tre minuti circa. Il merito del calo dei furti nelle abitazioni, probabilmente, è legato anche alla massiccia prevenzione messa in campo nelle case italiane.

Dal Censis si apprende che il 66,3% delle famiglie ha installato la porta blindata, il 42% un sistema d’allarme, il 33,5% inferriate a porte e/o finestre, il 31% infissi e vetri anti-intrusione, il 30,7% telecamere. Con numerosi nuclei, ovviamente, che hanno installato più dispositivi.

Su quasi 30 milioni di immobili sono installate quasi 19 milioni e 900mila porte blindate. I sistemi d’allarme ammontano a 12,6 milioni. Oltre 10 milioni di abitazioni dispongono di inferriate a porte e/o finestre. Infissi e vetri anti-intrusione sono montati in 9,3 milioni di abitazioni. E in oltre 9,2 milioni di case ci sono telecamere per scoprire che cosa succede nei dintorni e/o all’interno dell’immobile.

Ma come fare per evitare brutte sorprese al ritorno delle vacanze? Prima di tutto evitando di raccontare attraverso i social media i propri spostamenti, magari accompagnati anche da foto di Paesi lontani, poi, installare impianti anti-furto i più sofisticati possibile, tenendo conto che i delinquenti sono molto aggiornati sulle innovazioni tecnologiche rivolgendosi a installatori abilitati. Ma quanto costa? Complessivamente possono servire da 4mila a 16mila euro, a seconda delle dimensioni e delle apparecchiature scelte.

Per una porta blindata si spende da 1500 a 5mila euro. I sistemi di allarme vanno da 150/300 euro (modelli economici) passando per 300/500 euro (tipologia media) a 500/mille euro per i prodotti semi-professionali. Per le telecamere interne bastano cento euro, per le esterne tra i 120 e i 150 euro. Diverse le tipologie di inferriate alle finestre. I costi minimi sono di 120 euro al metro quadrato (mq) per l’inferriata estensibile in alluminio, di 200 euro al mq per l’inferriata fissa in ferro, di 400 euro al mq per l’inferriata a battente, di 600 euro al mq per l’inferriata a scomparsa. Le finestre anti-sfondamento hanno un prezzo di 200/250 euro al metro quadro.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER PER NON PERDERTI TUTTE LE NOVITÀ E LE OFFERTE A TE DEDICATE

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.

Potrebbe piacerti anche