fbpx

Chiarimenti sull’art. 843 del codice civile “Accesso al fondo”

Come ogni settimana diamo spazio alle domande dei nostri Associati ANAPI e questa settimana la domanda è relativa all’installazione di un ponteggio fisso da parte di un condominio confinante per lavori di ristrutturazione.

L'ASSOCIATO/A CHIEDE

“Gentile Associazione,

vi scrivo per chiedere un chiarimento: presso un Condominio da me amministrato ho constatato che il Condominio confinante ha iniziato dei lavori di ristrutturazione della facciata. Pertanto, è stato installato un ponteggio fisso che, oltre a sconfinare nella proprietà del condominio da me gestito, comporta dei rischi per la sicurezza delle relative unità immobiliari.

Faccio presente che il collega Amministratore non mi ha inviato alcuna comunicazione preventiva, né tantomeno ha inviato una richiesta per poter installare ponteggio fisso nella proprietà da me gestita. A questo punto, i condòmini vorrebbero che il suddetto punteggio venisse smontato. C’è la possibilità per ottenere quanto richiesto?”

L'ESPERTO RISPONDE

Preg.mo Associato,

L’art. 843 del codice civile, rubricato “Accesso al fondo”, dispone che:

Il proprietario deve permettere l’accesso e il passaggio nel suo fondo, sempre che venga riconosciuta la necessità, al fine di costruire o riparare un muro o altra opera propria del vicino oppure comune. Se l’accesso cagiona danno, è dovuta una adeguata indennità.

Pertanto, sussiste un obbligo, nel caso di specie, da parte del condominio di cui lei è mandatario, finalizzato a costruire o riparare qualsiasi parte comune dell’edificio confinante.

La condicio sine qua non è rappresentata dallo stato di necessità, così come indicata e giustificata dalla Cassazione Sentenza N° 30833 del 26/11/2019 e dalla situazione per la quale non possono essere utilizzati spazi diversi da quelli confinanti.

Pertanto, a parere dello scrivente, la comunicazione nei confronti del condominio di cui lei è mandatario è opportuna almeno per indicare il disciplinare in materia di sicurezza delle parti comuni che possono interessare gli spazi condominiali da utilizzare con i relativi ponteggi, nonché il contratto di assicurazione ai fini di eventuali furti che si dovessero verificare in caso di accesso alle proprietà esclusive del condominio da lei gestito.

Centro Studi ANAPI
Dott. Roberto Bonasia

Arrivederci alla prossima settimana per un nuovo quesito!

Vorresti rimanere informato/a su tutte le novità in ambito condominiale?
Iscriviti alla nostra Newsletter settimanale!

Potrebbe piacerti anche